l'industria del serramento al tuo servizio - info@archei.net

Diébédo Francis Kéré, architetto, educatore e attivista sociale, è stato selezionato come vincitore del Pritzker Architecture Prize 2022, il premio considerato a livello internazionale come la più alta onorificenza dell'architettura.



Il suo impegno per la giustizia sociale e l'uso intelligente dei materiali locali per connettersi e rispondere al clima naturale, sono il pilastro dei suoi pensieri. Lavora in paesi emarginati, dove l'architettura e le infrastrutture sono assenti. Costruisce istituzioni scolastiche contemporanee, strutture sanitarie, edifici civili e spazi pubblici.

La Gando Primary School (Burkina Faso) ha stabilito le basi dell'ideologia di Kéré. La sua opera richiedeva una doppia soluzione: un design fisico e contemporaneo per una struttura che potesse combattere il calore estremo e le condizioni di scarsa illuminazione con risorse limitate e una risolutezza sociale per superare l'incertezza all'interno della comunità. L'argilla indigena è stata fortificata con cemento per formare mattoni con massa termica bioclimatica, trattenendo l'aria più fresca all'interno e consentendo al calore di fuoriuscire attraverso un soffitto in mattoni e un ampio tetto a sbalzo, sopraelevato, con conseguente ventilazione senza l'intervento meccanico del condizionamento. Il successo di questo progetto ha portato il corpo studentesco della scuola da 120 a 700 studenti.

Il Burkina Institute of Technology è composto da pareti di argilla rinfrescante che sono state gettate in loco per accelerare il processo di costruzione. L'eucalipto sporgente, considerato inefficiente a causa delle sue minime capacità di ombreggiamento è stato riproposto per rivestire i tetti di lamiera ondulata ad angolo.

L'Assemblea nazionale del Burkina Faso è uno dei progetti più ambiziosi dell'architetto, commissionata sebbene ancora non costruita. Dopo che la rivolta del Burkinabè nel 2014 ha distrutto la precedente struttura, l'architetto ha progettato un edificio piramidale a gradini, che ospita all'interno un'aula magna da 127 persone, mentre all'esterno incoraggia la congregazione informale.

I disegni di Kéré sono intrisi di simbolismo e le sue opere al di fuori dell'Africa sono influenzate dalla sua educazione e dalle sue esperienze a Gando. Sarbalé Ke al Coachella Valley Music and Arts Festival (2019, California, Stati Uniti) fa riferimento alla forma del baobab scavato, venerato nella sua terra natale per le sue proprietà medicinali. Anche il Serpentine Pavilion (2017, Londra, Regno Unito) prende la sua forma centrale dalla forma di un albero. Il tetto staccato risuona con quello dei suoi edifici in Africa, ma all'interno del padiglione, l'acqua piovana si incanala nel centro della struttura, evidenziando la scarsità d'acqua che è vissuta in tutto il mondo.

 

 

Crediti immagini Pritzker Architecture Prize

Copyright 2021 Archei marchio Lamaciste S.p.A.